LA NOSTRA PRESENZA SUL TERRITORIO

1 – 15 marzo 2022

 Anche il mese di febbraio ci sta lasciando velocemente.

Sento sempre più vicina la città di Modica dove dovrei giungere il 9 marzo.

Partirei da Troia l’otto mattino per giungere a Carolei in provincia di Cosenza dove incontrerò gli amici della cooperativa l’Arca di Noè dove ho vissuto assieme a p. Alex Zanotelli due stupendi campi estivi anche se il secondo è terminato per me con una vertebra rotta che mi ha costretto a oltre un mese di degenza a Milano.

Alessandro e la sua sposa Gabriella insieme ad altre persone stanno portando avanti, con sempre rinnovato entusiasmo, una cooperativa agricola che permette a una cinquantina di persone riabilitazione e inserimento nella società. Vedete https://www.google.com/search?q=arcadino%C3%A8+carolei&rlz=1C1AVUC_enIT867IT870&oq=&aqs=chrome.4.35i39i362l6j46i39i362j35i39i362.37760994j0j15&sourceid=chrome&ie=UTF-8

Nella cooperativa mi fermerò il pomeriggio del giorno 8. Contemplerò il bello che è stato realizzato in questi ultimi anni. Celebreremo assieme l’Eucaristia e faremo una riflessione sulla nostra missione.

Il mattino dopo riprenderò il viaggio per Modica e fino a Reggio Calabria mi accompagnerà un membro della cooperativa. A Modica dovrei giungere il pomeriggio del giorno 9. La distanza geografica da Troia a Modica è di circa 740 km. Gli altri tipi di distanze non le conosco. Ma dentro di me e certamente anche di voi le distanze non ci sono.

Avrei voluto fermarmi anche a Rosarno in Calabria dove sono stato alcuni anni fa per una settimana di animazione missionaria. Questo desiderio non è possibile realizzarlo e in questo momento saluto tutti gli amici di Rosarno. Grazie per l’amicizia che ci lega e per la fede che ci fa dire SI.

In questi giorni sta crescendo in me l’amore verso la famiglia comboniana e verso tutti gli istituti e congregazioni missionarie presenti qui in Italia.

Lodo e benedico il Signore per la testimonianza di amore verso i migranti che gli istituti missionari ci offrono. Per noi non ci sono né minoranze, né migranti ma solo tutti e sempre fratelli. TUTTI E SEMPRE FRATELLI.

Noi comboniani fin dall’inizio, 6 anni or sono, abbiamo appoggiato questa comunità intercongregazionale maschile e femminile, di religiosi e di laici. Ora ne facciamo parte attraverso il sottoscritto che ringrazia per la fiducia accordatagli.

È bello che questo inserimento avvenga immediatamente dopo l’incontro CEI di Firenze su “Mediterraneo frontiera di pace”. Ed è altrettanto bello che il forum dei vescovi a Firenze sia stato affiancato dal vertice degli amministratori locali e papa Francesco abbiamo voluto essere presente alla conclusione domenica 27 febbraio.

Con san Daniele Comboni ci mettiamo in ascolto dei nostri fratelli e sorelle.

Sento di dover ringraziare la comunità comboniana di Troia e con loro ringrazio gli abitanti di Troia e di tutta la Capitanata e regioni vicine. Ringrazio i sacerdoti e i vescovi della zona in particolare il nostro vescovo di Lucera-Troia, mons. Giuseppe Giuliani. A tutti l’augurio di essere missione. È questo l’impegno che Gesù ci ha lasciato: “Andate e annunciate”. SIAMO MISSIONE.

Vi lascio l’indirizzo postale: – Comunità Missionaria -Via S. Margherita 66 – 97015 MODICA RG.

Riporto di nuovo il numero di telefonino: 3482991393 e anche la email: oraimondo.41@gmail.com.

Lascio anche gli estremi bancari: UniCredit. Iban: IT 39 G 02008 84485 0001051 18804. Intestato a Conferenza degli Istituti Esclusivamente Missionari

Questo messaggio e il prossimo lo troverete nel sito dei missionari comboniani sotto la comunità di Troia https://www.comboniani.org/?page_id=14959

Da aprile solo sotto Palermo: https://www.comboniani.org/?page_id=14944

Anche questa quindicina non ci sono allegati: sono in un momento di passaggio!!!

P. Ottavio