Diciottesimo incontro

 

Quello che sta accadendo alla nostra casa comune – Seconda parte –

 

Obiettivo  Una relazione ingiusta con il pianeta provoca una relazione ingiusta e di disuguaglianza tra i popoli.

 

Diciottesimo incontro  – 12 ottobre  –  LA COSTRUZIONE DI UNA CASA COMUNE

 

Il momento di crisi che viviamo, è anche l’opportunità storica per chiederci che tipo di mondo o di società vogliamo costruire. Un momento in cui ci viene chiesta la lucidità necessaria per saper cogliere le possibilità di vita che possiamo incontrare nella realtà presente.

 

Il processo di globalizzazione attuale, non ha fatto altro che mettere in evidenza che tutti siamo parte di una rete di relazioni e che il sistema non funziona soltanto perché funziona un pezzo chiave, ma perché tutti i pezzi riescono a funzionare in una forma complementare. Di qui l’importanza di trovare un nuovo paradigma che ci aiuti non solo

a comprendere la realtà, ma anche a sapere mettere insieme i vari pezzi.

 

In questo senso è importante provocare e impegnarsi per un nuovo ordine sociale diverso da quello vigente:

  • che promuova la pace e la risoluzione pacifica dei conflitti
  • ecologica e che ha bisogno di persone sensibili ai bisogni degli altri, della natura e di ogni essere vivente.
  • eguale in diritti e doveri per tutti nelle condizioni di poter vivere una vita degna.
  • plurale perché capace di riconoscere e accogliere non solo il pluralismo ideologico, ma anche culturale…

 

In tutto ciò è importante l’apporto delle tradizioni religiose. È necessaria la collaborazione di tutti, senza nessuna eccezione. Se siamo parte del problema, siamo anche parte della soluzione. Una realtà così complessa non può avere soluzioni semplici. Davanti alla paura e all’insicurezza che può generare la diversità culturale e religiosa, dobbiamo crescere nella consapevolezza che solo la diversità è sinonimo di libertà. Non è la libertà a generare la diversità, ma la diversità a renderci persone libere. La nuova enciclica Fratelli tutti ci illumina

Interagire per ripartire

  • In che cosa possiamo renderci disponibili per trasformare la realtà che ci circonda?
  • Quali azioni ritieni opportune come singolo e come comunità?

Parliamone

  • Quanto profonda è la conoscenza della realtà?
  • Quali spazi e strumenti sono presenti nella tua comunità per conoscere più in profondità la realtà?

 

Dialoghiamo e scriviamo: – Non abbiamo mai preso in considerazione la questione   – Ci stiamo informando attraverso letture e iniziative varie. Stiamo documentandoci anche sulle dimensioni delle ingiustizie tra i popoli, tra i diversi continenti.

 

Ci documentiamo cercando siti sul tema riguardanti ciò che sta accadendo al nostro pianeta. Possiamo valorizzare:  https://www.youtube.com/watch?v=bNA-vk8Ifp4  e continuiamo a leggere www.nigrizia.it e www.combonifem.it  Leggiamo e rileggiamo i brani dei numeri riportati sopra: nn. 43-61

 

Coinvolgiamo qualche persona alla quale facciamo conoscere questi nostri incontri. E non dimentichiamo che dal primo settembre al quattro ottobre è “Il tempo del creato”.

 

A che punto siamo.  Siamo nella quarta serie dei nostri incontri.  I primi 5 sono stati su “SGUARDI DIVERSI”.

Dal 6 al 10 , su “DALLA CULTURA DELLO SCARTO ALLA CULTURA DELL’ACCOGLIENZA”.

Dal 11 al 15 su: “QUELLO  CHE STA ACCADENDO ALLA NOSTRA CASA COMUNE” (prima parte)  nn. 17-42

Ora abbiamo iniziato: QUELLO  CHE STA ACCADENDO ALLA NOSTRA CASA COMUNE” (seconda parte)  nn.43-61

 

Missionari Comboniani – Troia – p. Ottavio – 0881970057  oppure 3482991309  –  oraimondo.41@gmail.com  facebook: ottavio.raimondo  – Sito: sul sito  www.comboniani.org  (Comunità Troia) troverai questo file scritto e quello parlato.

 

Chi lo desidera può sottoscrivere per sé o regalare a qualche persona amica uno dei seguenti abbonamenti;

Per Nigrizia l’abbonamento annuo cartaceo e digitale è di euro 35,00 e quello solo in versione digitale di euro 20,00  Per Combonifem il cartaceo per un anno è di euro 28,00 e il digitale di euro 14,00. 

Inviateci l’indirizzo completo e fate il versamento su uno di questi due conti: Eccoli i riferimenti: IT52G0306909606100000105858 INTESA SANPAOLO filiale di Troia; CCP 12031712 Missionari Comboniani – Troia  FG