Decimo incontro

 

Dalla cultura dello scarto alla cultura dell’accoglienza

 

Obiettivo

PRENDERE COSCIENZA

DELLE RELAZIONI DI DOMINIO E POTERE

CHE GENERANO DISUGUAGLIANZE E INGIUSTIZIE

 

Il sistema attuale:

– danneggia il pianeta terra “maltrattato e ferito”

– produce “scarti umani” milioni di persone impoverite

Nessuno può rimanere sull’albero… tutti dobbiamo scendere e presto!

È bene che ognuno di noi si procuri una copia dell’Enciclica.

(le modalità e i tempi di queste riflessioni li trovi indicati all’inizio dell’incontro I e II)

 

Decimo incontro –03 agosto – Riflessioni condivise

Le prime 9 settimane ci aprono ora alla Riflessione Condivisa che parte dal tema: Dalla cultura dello scarto alla cultura dell’accoglienza.

Le vostre corrispondenze ci aiutano a conoscerci meglio e a sentirvi maggiormente gruppo che cammina insieme.

Per motivo di spazio, ne riportiamo solo tre.

Andrea ci dice: “Mi sto convincendo che non c’è ingiustizia che non possa essere superata. Quindi non lascio alcun spazio alla rassegnazione”. Seguo le iniziative in italiano del Global Catholic Climate Movement

Maria ci dice che ha acquistato una copia dell’enciclica Laudato si’. “È la prima volta che leggo un documento dei papi”.

Suor Maria Rosa ci regala questa profonda riflessione.: “Cosa vuol dire ecologia integrale? Sono parole che spesso Papa Francesco ci ripete. Vuol dire non sentire nulla di estraneo nel cosmo, camminare verso il Vangelo della creazione, mettendo al centro la convivialità delle differenze, in rapporti veri, sereni, profondi, con tutte le persone che incontro. E allora mi chiedo chi sono i miei Maestri che mi permettono di mettere al centro dei miei interessi “gli invisibili”, i poveri, i lontani, i fragili, le vittime? E sento il bisogno di seminare SEMI di EMPATIA! Devo tessere parole di rispetto! Concludo affermando che siamo unici davanti al Signore, ognuno/a di noi è UNICO/A. Allora dobbiamo e possiamo collaborare, creare spazi per connetterci con gli altri, ma noi dobbiamo prima formare questo spazio in noi per accogliere poi i fratelli, le sorelle, la creazione intera. Allora potremo davvero dire che il tempo del Covid-19 è stato un luogo e un tempo di cambiamento interiore, ricco di spiritualità, impreziosito da tanta preghiera e adorazione”.

 

Domande:

  • Per me cosa hanno significato i primi 9 incontri?

  • Che cosa proporrei o proporremmo di nuovo? (il meglio lo raggiungiamo solo insieme!)

 

Ci soffermiamo sul tema LE RELAZIONI DI DOMINIO E POTERE GENERANO DISUGUAGLIANZE E INGIUSTIZIE. Dialoghiamo e scriviamo il livello in cui pensiamo di essere:

  • Non abbiamo mai preso in considerazione la questione

  • Ci stiamo informando attraverso letture e iniziative varie.

  • Stiamo documentandoci anche sulle dimensioni delle ingiustizie tra i popoli, tra i diversi continenti.

 

Ci documentiamo cercando siti sul tema e leggendo www.nigrizia.it e www.combonifem.it Leggiamo i nn. 46-47 della Laudato si’

 

Coinvolgiamo qualche persona alla quale facciamo conoscere questi nostri incontri.

 

Scriviamo su un quaderno osservazioni personali e di gruppo. Siamo invitati a inviare le nostre osservazioni e contributi a uno degli indirizzi indicati qui di seguito.

 

Il prossimo incontro di lunedì 10 agosto ci porterà a iniziare la terza serie dei nostri incontri sul tema: QUELLO CHE STA ACCADENDO ALLA NOSTRA CASA COMUNE. (I primi 5 incontri sono stati su “Sguardi diversi”. I seguenti dal 6 al 10 su “Dalla cultura dello scarto alla cultura dell’accoglienza”).

 

Missionari Comboniani – Troia – p. Ottavio – 0881970057 oppure 3482991309 – oraimondo.41@gmail.com facebook: ottavio.raimondo – Sito: sul sito www.comboniani.org (Comunità Troia) troverai questo file scritto e quello parlato.

(il prossimo incontro è fissato per lunedì 10 agosto)