Secondo incontro

 

Lettura del testo.

  1. 3. – Laudato si’ – La terra maltrattata e saccheggiata si lamenta e con essa tanti dei suoi abitanti.

di fronte al deterioramento globale dell’ambiente, voglio rivolgermi a ogni persona che abita questo pianeta. … In questa Enciclica, mi propongo specialmente di entrare in dialogo con tutti riguardo alla nostra casa comune.

 

  1. 5. – Laudato si’ – La distruzione dell’ambiente umano è qualcosa di molto serio, non solo perché Dio ha affidato il mondo all’essere umano, bensì perché la vita umana è un dono che deve essere protetto da diverse forme di degrado.

 

  1. 15. – Laudato si’ – Spero che questa Lettera enciclica, che si aggiunge al Magistero sociale della Chiesa, ci aiuti a riconoscere la grandezza, l’urgenza e la bellezza della sfida che ci si presenta. In primo luogo, farò un breve percorso attraverso vari aspetti dell’attuale crisi ecologica allo scopo di assumere i migliori frutti della ricerca scientifica oggi disponibile, lasciarcene toccare in profondità e dare una base di concretezza al percorso etico e spirituale che segue. A partire da questa panoramica, riprenderò alcune argomentazioni che scaturiscono dalla tradizione giudeo-cristiana, al fine di dare maggiore coerenza al nostro impegno per l’ambiente. Poi proverò ad arrivare alle radici della situazione attuale, in modo da coglierne non solo i sintomi ma anche le cause più profonde. Così potremo proporre un’ecologia che, nelle sue diverse dimensioni, integri il posto specifico che l’essere umano occupa in questo mondo e le sue relazioni con la realtà che lo circonda. Alla luce di tale riflessione vorrei fare un passo avanti in alcune ampie linee di dialogo e di azione che coinvolgano sia ognuno di noi, sia la politica internazionale. Infine, poiché sono convinto che ogni cambiamento ha bisogno di motivazioni e di un cammino educativo, proporrò alcune linee di maturazione umana ispirate al tesoro dell’esperienza spirituale cristiana.

 

RAPPORTIAMOCI CON LA NATURA E CON LA TERRA, NON COME SIGNORI,

CAVALCANDO SU DI ESSA, DILAPIDANDOLA, MA COME PARTI CONSAPEVOLI E RESPONSABILI,

METTENDOCI AL SUO FIANCO E AI SUOI PIEDI, CUSTODI DI TUTTA LA VITA.

 

Ci soffermiamo a parlare sul tema; GAS/filiera corta – Prodotti equosolidali – autoproduzione. (GAS = Gruppi Acquisto Solidale) e Dialoghiamo e scriviamo (se possibile) il livello in cui pensiamo di essere:

  • Non abbiamo mai preso in considerazione la questione
  • Ci stiamo informando/valutando la possibilità
  • Abbiamo avviato pratiche virtuose
  • Mettiamo in pratica quotidianamente le buone pratiche

Ci documentiamo visitando i siti www.cnms.it   oppure www.altreconomia.it oppure www.economiasolidale.net/gas

Coinvolgiamo qualche persona alla quale facciamo conoscere questa iniziativa.

Scriviamo su un quaderno osservazioni personali e di gruppo. Siamo invitati a inviare le nostre osservazioni e contributi a uno degli indirizzi indicati qui di seguito. Il V incontro sarà dedicato ai contributi.

Missionari Comboniani – Troia – p. Ottavio – 088197057  oppure 3482991303  –  oraimondo.41@gmail.com  facebook: ottavio.raimondo  – Sito: www.comboniani.org (cliccando su Comunità Troia)        (il prossimo incontro lunedì 15 giugno)