1 – 15 marzo 2020

LA NOSTRA PRESENZA SUL TERRITORIO

Noi missionari comboniani abbiamo invitato le nostre amicizie a RIACCENDERE LA GIUSTIZIA. Anche a Troia ci stiamo impegnando e avremmo dovuto iniziare questo mese con un’esposizione di quadri e cartelloni sul tema TROIA FRA STORIA E IDENTITÀ.

La mostra è stata ideata da “Fabbrica della pace”. In uno dei cartelloni si legge:

“I Missionari Comboniani hanno portato nella nostra piccola comunità, un respiro internazionale che ha fatto collocare i nostri problemi, che certo non mancano, nella loro giusta dimensione, obbligandoci a confrontarci con una visione mondiale della condizione umana, a tutti i livelli”.

Oggi noi Missionari Comboniani vogliamo portare alla stessa comunità di Troia un respiro di GIUSTIZIA di quella giustizia che è dare a ciascuno non ciò che merita ma ciò di cui ha bisogno.

Due giorni prima dell’apertura della mostra è giunta una delibera della Prefettura in cui si decideva anche la chiusura dei musei come forma di possibile prevenzione di fronte all’epidemia del corona virus.  La mostra verrà aperta in data da stabilire.

La seconda quindicina di febbraio l’abbiamo vissuta quasi tutta qui in sede.

Abbiamo iniziato il cammino della quaresima come tempo bello per accogliere lo sguardo dell’amore di Dio su di noi. Uno sguardo fecondo che ci rende capaci di cambiare vita.

Domenica 1 marzo leggeremo il vangelo su Gesù nel deserto. Ce la faremo, quest’anno, a soffermarci non tanto sulle tentazioni ma su “allora gli angeli si avvicinarono e lo servivano”. Ognuno di noi è l’angelo chiamato ad avvicinarci e a servire. La nostra vocazione è essere l’angelo che sa inventare una nuova carezza, che sa sollevare chi inciampa, che riesce a ridonare fiducia, che insegna la strada della solidarietà e dell’accoglienza, gli angeli che ascoltano insieme la Parola, gli angeli che pregano in famiglia, nelle amicizie, sul luogo di lavoro e ovunque.

Che cosa succederebbe se chi, con Gesù e come Gesù, lotta contro il dominio, il possesso e il prestigio trovasse sul suo cammino angeli che si avvicinano e servono? Non è questa la fotografia del missionario? Non è questa la nostra vocazione di essere angeli che si avvicinano e servono mentre riconoscono e benedicono per gli angeli che si avvicinano a noi e ci servono? Ognuno risponda in questa quaresima a queste domande.

Certo che nella mia vita ci sono stati e ci sono tanti angeli che ogni giorno si avvicinano e si mettono al mio servizio! Tu che leggi sei un angelo per me. Grazie!

E adesso tuffiamoci nella prima quindicina di marzo.

1°  marzo a Troia dobbiamo rinunciare alla mostra presso il museo diocesano che era stata programmata con i seguenti orari: 10,30-13,00 e 18,00-20,30.

7 marzo a Troia alle ore 17,30 concludiamo il settenario in preparazione alla festa di san Giovanni di Dio. Rifletteremo sul tema: “il santo della porta accanto”.

10-12 marzo a Bari partecipiamo all’incontro del SUAM nazionale e del suoa regionale. Il SUAM è il Segretariato Unitario di Animazione Missionaria degli Istituti Missionari.

15 marzo nascita di san Daniele Comboni a Limone sul Garda nel 1831.

Continuiamo la visita quotidiana alle scuole in vista della diffusione del MONDIARIO 2020/2021.

Insieme viviamo la nostra identità: SIAMO MISSIONE. Auguri.

APPENDICI

“QUERIDA AMAZONIA” è l’esortazione apostolica postsinodale di papa Francesco. Riportiamo qui di seguito le prime righe del documento e ci auguriamo che ognuno di noi lo acquisti e lo legga. Consigliamo l’edizione pubblicata dalla EMI. Chi vive a Troia e dintorni può acquistare da noi questo libretto (€ 4,50). Chi vive in località più distanti e fa difficoltà ad acquistarlo può telefonarci e gliene faremo avere la quantità di copie che desidera. Telefonate al 3482991393 o inviate una email a: oraimondo.41@gmail.com  oppure richiedetelo per WahtsApp al numero telefonico di cui sopra. Ciaoooo. P. Ottavio Raimondo

Ecco le prime righe dell’esortazione:

“AL POPOLO DI DIO E A TUTTE LE PERSONE DI BUONA VOLONTÀ

 1. L’amata Amazzonia si mostra di fronte al mondo con tutto il suo splendore, il suo dramma, il suo mistero. Dio ci ha donato la grazia di averla presente in maniera speciale nel Sinodo che ha avuto luogo a Roma tra il 6 e il 27 ottobre e che si è concluso con un testo intitolato Amazzonia: nuovi cammini per la Chiesa e per un’ecologia integrale.