Padre Giovanni Taneburgo

 

LA SANTA FAMIGLIA E NOI

Celebrando la festa odierna, ringraziamo Dio per il grande dono della Famiglia di Gesù, Maria e Giuseppe modello e speranza di ogni famiglia umana e di ogni comunità. Contempliamola per ottenere la grazia di conformare ad essa la vita della nostre famiglie e delle nostre comunità.

Perché la Famiglia di Gesù, di Maria e di Giuseppe era santa?

Perché viveva immersa nella fede, una fede di significato profondo e creativo. Fede con queste caratteristiche:

  1. Era un INCONTRO rinnovato giorno dopo giorno tra di loro e con il Padre nella potenza dello Spirito.
  2. Era DISPONIBILITA’ tra di loro e dinanzi al Padre per fare la Sua volontà senza riserve e con generosità.
  3. Era CONVERSIONE come crescita in intima comunione vicendevole.
  4. Era GRATITUDINE come cuore della loro vita e come spinta in avanti per continuare a gustare i doni dall’Alto.
  5. Era GIOIA come serenità e armonia nell’intimo e nelle relazioni varie.

Buon cammino di vita con una finestra sempre aperta verso l’Eterno di Dio e imitando la Santa Famiglia.

Così alla domanda che ci chiediamo e ci chiedono ‘Quanto resta della notte del mondo?potremo rispondere, con le parole e con la vita: ‘Resta poco perché le prime luci dell’alba stanno già indorando l’orizzonte!’ (cfr. Isaia cap. 21). Provocazione della fede!!!

Con affetto fraterno e con una benedizione dal mio cuore di sacerdote missionario,

Giovanni Taneburgo
Missionario Comboniano