Il messaggio di papa Francesco per la Giornata missionaria mondiale 2021 che abbiamo celebrato domenica 24 ottobre, portava questo titolo: “Non possiamo tacere ciò che abbiamo ascoltato e visto”. Sono le parole degli apostoli: non possono tacere la gioia della risurrezione!
E anche noi, comunità comboniana di Brescia, vogliamo condividere la passione per la missione che ci anima sempre.

La prima domenica di ottobre, ci siamo ritrovati con i familiari dei comboniani bresciani per vivere insieme la missionarietà delle nostre famiglie. La testimonianza di padre Roberto Pegorari, che ha vissuto tantissimi anni in Uganda, ci ha messo in sintonia con i confratelli sparsi nel mondo che continuano a evangelizzare, per essere profeti e testimoni del Regno, La presenza del novantenne padre Cesarino Donati, di Concesio, ci ha fatto gustare la freschezza e il desiderio di un missionario carico di anni e di voglia di ripartire per il Brasile dove si trova dal 1962 (!). Ed è proprio ripartito, a fine ottobre.

Abbiamo festeggiato il 10 ottobre, solennità di san Daniele Comboni, in comunione con tutta la famiglia comboniana e, in modo particolare, i sacerdoti e i consacrati di Brescia, il lunedì 11. È bello far memoria del Fondatore, santo bresciano, accogliendo la sua santità come dono perché la nostra vita sia una testimonianza viva nelle comunità cristiane di questa Chiesa locale che ci accoglie.

In questo senso, mercoledì 20 ottobre, abbiamo vissuto una serata davvero simpatica, accogliendo in comunità il nostro vescovo, mons. Pierantonio Tremolada. In un clima fraterno e familiare ci siamo incontrati con lui per raccontarci: le nostre storie missionarie, la presenza e il lavoro di animazione missionaria oggi, la comunione e la collaborazione nelle varie realtà della Chiesa che è in Brescia.
Lo abbiamo vivamente ringraziato della sua coraggiosa proposta rivolta al presbiterio diocesano: ha invitato ogni presbitero a pensare alla possibilità, durante gli anni di ministero sacerdotale, di dedicare un tempo della propria vita come prete “fidei donum” in altre Chiese sorelle sparse nel mondo. Non è una proposta che si ascolta tutti i giorni! La celebrazione dell’Eucaristia e l’agape fraterna hanno coronato questa stupenda serata.

I giovedì della missione, edizione 2021/2022, sono ripresi con argomenti interessanti. A ottobre il tema è stato l’Afghanistan: “Conoscere il passato per comprendere il futuro”, viaggio attraverso la storia e il racconto di una vita. Aiutati dal prof. Michele Brunelli e dal giovane scrittore Fawad E Raufi, la serata è stata davvero illuminante su una realtà di grande attualità, ma poco conosciuta.
L’11 novembre, il tema era l’islam: complessità e verità nel contesto attuale con il veronese don Valentino Cottini e la teologa musulmana Shahrzad Houshmand Zadeh.

Il trimestre si conclude questo mese di dicembre, con una carrellata di associazioni e gruppi impegnati nel mondo dell’immigrazione presenti sul territorio bresciano. Ci sono urgenze che richiedono risposte concrete: una di queste è l’apprendimento

della lingua italiana in vista dell’esame per la richiesta del permesso di soggiorno e di cittadinanza in Italia. È cominciato, così, un corso serale di italiano nel nostro centro Afrobrix che permetterà a una quindicina di allievi di accedere all’esame di stato.

Vi auguriamo di cuore Buon Natale e felice Anno nuovo, assicurandovi la nostra preghiera.

 padre Girolamo Miante
e la comunità comboniana di Brescia