Una bella notizia!

RICONOSCIUTE LE VIRTU’ EROICHE DEL SERVO DI DIO, BERNARDO SARTORI

Durante l’Udienza concessa a Sua Eminenza Reverendissima il Signor Cardinale Marcello Semeraro, Prefetto della Congregazione delle Cause dei Santi, il Sommo Pontefice ha autorizzato la medesima Congregazione a promulgare vari Decreti tra i quali le virtù eroiche del Servo di Dio Bernardo Sartori, Sacerdote professo dei Missionari Comboniani del Cuore di Gesù.

Una figura straordinaria!

Una vita fortemente improntata alla missione, la sua: nasce il 20 maggio 1897 a Falzé di Trevignano (Italia), nel 1921 entra nella Congregazione comboniana. Ordinato sacerdote nel 1923, dopo alcune attività di animazione missionaria a Troia in Puglia, nel 1934 viene inviato nel West Nile, nel nord-ovest dell’Uganda, ambiente prevalentemente musulmano. Negli anni successivi, fonda nuove missioni e scuole, mentre nel 1962 promuove la consacrazione di tutti i missionari e missionarie comboniani d’Africa alla Vergine Maria.

Vive le vicende turbolente che seguono la caduta del dittatore ugandese Amin e nel 1979 segue la sua gente in Zaire (oggi RD Congo), divenendo profugo tra i profughi. Dopo un breve soggiorno in Italia, nel 1982, all’età di 85 anni, torna nuovamente in Africa, per restare accanto alla sua gente. Instancabile nel lavoro apostolico e nell’aiuto assistenziale al prossimo, muore il 3 aprile 1983, giorno di Pasqua, ad Ombaci, in Uganda. Il suo corpo viene ritrovato senza vita in chiesa, davanti al tabernacolo.