L’Africa è il continente della speranza: Quadro attuale delle giovani vocazioni missionarie comboniane.

P. Elias Essognimam Sindjalim, Segretario generale della formazione, ha presentato in questi giorni il quadro attuale delle giovani vocazioni nell’Istituto comboniano, dal quale emerge che l’Africa è il continente della speranza: “è un momento di benedizione come lo è stato per l’Europa dopo la seconda guerra mondiale”, dice P. Elias.

Infatti, come si vede dall’elenco riportato nelle prime pagine dal numero di Giugno 2021 di Familia Comboniana, dei 37 novizi che hanno fatto la prima professione, l’8,1% proviene dall’Asia, quasi il 19% dall’America mentre il 72,9% dall’Africa.

Per quanto riguarda poi gli studenti di Teologia e i fratelli nella tappa finale della formazione di base, che sono 147 in quest’anno formativo 2020-2021, l’86,39% sono africani, il 2,04% sono asiatici, il 10,88% sono americani e lo 0,68% europei. Di questi 147 studenti, il 10% sono fratelli.

Le circoscrizioni comboniane che registrano i numeri più alti di candidati alla vita missionaria e di giovani in formazione in Africa sono la Repubblica Democratica del Congo, il Togo-Ghana-Benin, il Mozambico, il Malawi-Zambia e l’Uganda. Ultimamente i numeri stanno crescendo in Sud Sudan e Kenya.