Il Covid ha fatto un’altra vittima nelle missioni: si tratta di padre Giuseppe Giannini, “Pino”, comboniano da 40 circa in Malawi, in Africa. Avrebbe compiuto 74 anni tra pochi giorni. Lo fa sapere in un video a Missio padre Antonio Guarino, anche lui sacerdote comboniano in missione nello Zambia.

Padre Pino era un esempio di grande vicinanza al popolo e di amore per la terra africana. “Era un grande missionario: era molto conosciuto ed amato dal clero locale – ricorda padre Antonio – Nell’ultimo mese ci mandavamo messaggi ogni giorno. La missione chiede anche questi martiri: i più esposti siamo noi che stiamo con la gente”.

“L’epicentro del Covid qui è nella capitale dello Zambia, Lusaka. I malati più gravi – continua padre Antonio, parlando della pandemia – hanno bisogno di essere intubati, per ora sono due gli ospedali che curano il virus, più un terzo messo a disposizione, che è un ospedale militare. Il governo vorrebbe fare di più ma mancano gli strumenti di base. Noi missionari siamo esposti al virus tanto quanto le persone che vivono qui”. “Di vaccino qui non si parla: l’unico Stato che ha ricevuto i vaccini è stato il Sudafrica. Noi possiamo solo stare vicini alla gente. – dice padre Guarino -. Noi non siamo avviliti né scoraggiati, ma viviamo con tanta speranza”.

Padre Antonio parla della situazione in Zambia per quanto riguarda il Covid

(www.avvenire.it)