E’ avvenuto a Roma all’inizio di giugno un importante incontro tra il Consiglio Generale, provinciali ed economi del continente europeo, degli Stati Uniti e rappresentanti di ogni continente.

“Vi sono segnali – ha detto P. Claudio Lurati, economo generale, nella sua presentazione all’inizio dei lavori – che indicano che forse è giunto il momento di fare alcuni passi importanti ben al di la delle consuete forme di solidarietà, per offrire maggiori prospettive di sostenibilità a tutte le circoscrizioni. Dobbiamo anzitutto realizzare il Fondo Pensioni, per adempiere il mandato capitolare e colmare una lacuna pensando al futuro lontano di tanti confratelli. In secondo luogo, siamo difronte a richieste di finanziamento da parte di alcune province per dotarsi di qualche rendita stabile”.

La proposta è venuta dal Consiglio di Economia e ha trovato il sostegno del Consiglio Generale (CG) nella Consulta di dicembre 2018. Negli incontri dei superiori provinciali a febbraio (Europa e Africa) la proposta è stata discussa e commentata. Nella Consulta di marzo il CG ha ufficializzato l’iniziata inviando la lettera di convocazione ed invitando a partecipare: i superiori e gli economi provinciali di DSP, Italia, LP, NAP, Portogallo e Spagna; i referenti continentali dell’economia; e i membri del consiglio di economia.

L’incontro non ha prodotto decisioni. E’ iniziato un percorso che dovrà essere ripreso in prossime occasioni, principalmente il Capitolo del 2021.