All’inizio di agosto abbiamo avuto, a Verona, un incontro molto importante con i consulenti che orientano la provincia nei diversi settori di attività. Sono un commercialista, un revisore dei conti che verifica settimanalmente la nostra contabilità, un consulente finanziario che gestisce i nostri investimenti, un consulente immobiliare che ci aiuta nella gestione degli immobili e un consulente legale, per tutte le questioni legali. Abbiamo voluto che questa squadra di stretti collaboratori si conoscesse, mettesse sul tavolo le questioni più problematiche, si confrontasse con gli altri e, insieme con gli altri, ascoltasse il provinciale che ha loro presentato e illustrato il Piano sessennale da poco approvato, chiedendo di approfondirlo e di aiutarci a camminare dentro gli obiettivi che ci siamo dati.

I consulenti hanno apprezzato molto l’iniziativa. Hanno detto che è una pratica non comune in Italia oggi, non solo nel mondo religioso ma nemmeno tra le aziende. Ci hanno ringraziato di averla promossa e hanno dato la loro disponibilità ad aiutarci in tutti gli aspetti che oggi richiedono competenze particolari. Si sono messi a disposizione anche di aiutare le comunità in quello che sarà necessario.

Una discussione importante è stata data al tema degli investimenti e alla gestione degli immobili. Il primo riporta alle difficoltà di muoversi nell’attuale sistema finanziario, in evoluzione costante, e il secondo a un problema che comincia a richiedere da parte della provincia e dell’istituto chiarezza e decisione che non sempre sono facili.