Dicembre 2017

Venerdì 1° Dicembre 2017
Luca 21,29-33 Quando vedrete accadere queste cose, sappiate che il regno di Dio è vicino
Il germoglio dice che la vita c’è e si rinnova. Accadranno tante cose ma nessuna può impedire alla vita di manifestarsi, nessuna può cancellare la vita. La vita che è in te, in ogni persona, è più forte perché è la stessa vita di Dio, del Dio della vita. Gioisci.
La vida es don de Dios y nada ni nadie puede apagarla. Vence la vida. Que en ti y en cada uno, cada dia pueda vencer la vita.

Sabato, 2 Dicembre 2017 
Luca 21,34-36  Vegliate, perché abbiate la forza di sfuggire a tutto ciò che sta per accadere
Gli avvenimenti non dipendono da te. Da te dipende di accogliere quella forza che Dio ti dona per sfuggire a ogni seme di morte.  Veglia amico mio. Vegliamo e scopriremo che nulla ci può fare danno. Nulla. La nostra vocazione è la vita.
Acontecen cosas pesadas. Acontecen eventos de muerte. Pero nada ni nadie puede apagar la vida. Una vez mas podemos decir que vence la vida.

Domenica, 3 Dicembre 2017 
Marco 13,33-37  Vegliate: non sapete quando il padrone di casa ritornerà.
Ci sarebbe forse piaciuto che Gesù avesse risolto tutto. E invece tra il tempo della semina e quello del raccolto passano molti giorni, anni, secoli e millenni. E noi? Noi siamo chiamati a vivere in una attesa coinvolgente, impegnata. Ci sono molti passi da fare.
Chi non fa questi passi non annuncia la buona notizia e scredita il messaggio di Gesù. Se non mi impegno a fare questi passi vuol dire che non so cosa significhi essere cristiano. Se non cerco nuove vie come potrà fiorire il nuovo?
No es posible que lo nuevo nazca si yo no busco nuevos caminos.

Lunedì, 4 Dicembre 2017  
Matteo 8,5-11 Presso nessuno in Israele ho trovato una fede così grande
Un musulmano che guidava la preghiera in un villaggio, viene a trovarmi e tenendo tra le mani con grande rispetto il Corano mi dice: “Sono triste perché in paradiso noi due non potremo stare insieme”. Prendo in mano la Bibbia, leggo un brano dove si parla del Regno di Dio in cui tutti siamo chiamati ad entrare. Il suo volto si illumina e poi aggiunge: “Lo sapevo che Dio non esclude nessuno!”.
Nuestro Dios no excluye a nadie.

Martedì, 5 Dicembre 2017  
Luca 10,21-24  Ti rendo lode, Padre
Che bel regalo! La lode di Gesù è la lode di ogni credente, di ogni discepolo. È la lode di Magda che esclama: “Grazie Papà. Tu sai cosa ha significato per le nostre vite il missionario che ci hai inviato non perché lo meritavamo ma perché Tu ci hai amati per primo. Ora, ogni giorno, ci fai rivivere, rinnovandolo, quell’amore che abbiamo sentito nel primo incontro, quell’amore che condividiamo come fratelli e sorelle, quell’amore che non ci stanchiamo di raccontare a quanti incontriamo sul nostro cammino.
Nunca nos cansamos de contarles a todos el amor que ha hecho nuestra vida llena de luz, el amor que todavia hoy nos mueve a dar siempre nuevos pasos.en la mision.

Mercoledì, 6 Dicembre 2017
Matteo, 15,29-37 Non voglio rimandarli digiuni
Grazie. Tu non vuoi rimandarmi digiuno. Tu sei alimento e tu vuoi alimentarmi. Sei il pane che alimenta, il vino che rallegra. E come mi alimenti? Condividendo. Tu non moltiplichi i pani, tu li condividi. Insegnami a condividere perché nessuno rimanga digiuno. Fra poco sarà Natale. Che sia il natale della condivisione.  Il regalo, il più bello non lo faccio a me stesso. Non lo faccio a chi mi fa un regalo. Non lo faccio a chi mi è vicino. Il regalo, il più bello e il più costoso È PER COLORO AI QUALI MI AVVICINO, È PER L’IMPOVERITO
Muchas gracias mi Señor. Tu no quieres que me quede ain comer, sin alimentarme. Tu eres el pan que alimenta y el vino que alegra el corazon. Señor enseñame a compartir

Giovedì, 7 Dicembre 2017
Matteo 7,21.24-27  Chi fa la volontà del Padre mio, entrerà nel regno dei cieli
Tu o mio Dio, Abbà amato, sogni una cosa sola: che si realizzi il tuo regno che è servizio, condivisione e dono. Tu sogni che io entri in questo regno facendo della mia vita servizio,  condivisione e dono. Voglio sognarlo anch’io in questa vigilia della bella festa di Maria la mamma che ha vissuto servendo, condividendo e donando.
Tu reino es servir, compartir y donar. Que yo pueda ser parte de este reino haciendo de mi vida servicio, condivision y don.

Venerdì, 8 Dicembre 2017   
Luca 1,26-38 Concepirai un Figlio
Dio prende l’iniziativa. Chi deve nascere è Figlio di Dio. A Dio, Maria si arrende. Un Dio vicino, che le inventa tutte pur di realizzare il suo progetto di vita per tutti. Un Dio che ti fa venire le vertigini e di fronte al quale non puoi fare altro che arrenderti. E allora? Allora comincerà un lungo cammino: l’angelo se ne va e tu rimani protagonista di scelte nuove.
El angel se va y Maria se queda para ser la persona que caminarà por nuevos caminos, caminos de fidelidad a la voluntad de Dios y de servicio a las persoas de cada tiempo y lugar. Maria se queda como madre de los ombres. Bendita seas tu Maria.

Sabato, 9 Dicembre 2017  
Matteo 9,35-3810,1.6-8  Vedendo le folle, ne sentì compassione
Gesù vede, Gesù ha compassione, tenerezza. Sei bello Gesù uomo capace di vedere e di vivere la tenerezza. Il tuo vedere e avere compassione non è legato al merito di chi vedi ma al suo bisogno. Tu mi insegni a non donare all’altro ciò che merita o ciò che credo che meriti, ma ciò di cui ha bisogno.
Jesus, mi amado Señor, tu mirada vee a las personas y a sus necesidades y tu no te quedas lejos. Tu te acercas y sabes dar a cada quien lo que cada uno necesita. Muchas gracias mi Señor.

Domenica, 10 Dicembre 2017   ¿???????????????????
Marco, 1,1-8  Raddrizzate le vie del Signore
Nella tua via Signore non trovo le indicazioni precise che trovo sulle altre strade. Nella tua via c’è una sola possibilità per non perdermi: seguire i tuoi passi, le tue impronte. Per me raddrizzare le tue vie è solamente ed esclusivamente seguire te lasciando da parte ogni altro tipo di indicazioni che posso aver imparato o che mi possono essere suggerite dal mondo che mi circonda. Seguire te.
Si, yo quiero seguir tus caminos Señor. En tus caminos Señor Jesus encuentro indicaciones muy distintas de las señales que encuentro en los demas caminos.  Enseñame a leer y a fiarme de las señales que tu me proporcionas.

Lunedì, 11 Dicembre 2017  
Luca 5,17-26 E si avviò verso casa glorificando Dio
Quelle persone dicevano: “abbiamo visto cose prodigiose”. Anche tu le hai viste. Cosa hanno lasciato nella tua vita? Le hai raccontate, le stai raccontando. Le cose belle si perdono se non si condividono. Ritroviamo la gioia di condividere. Raccontiamoci le cose belle che abbiamo viste. Le cose belle, che sono per tutti, hanno una sorgente, una radice: il Dio della vita!
Vamos contandonos las cosas bellas que hemos visto. Las cosas hermosas pertenencen a todos y tienen un mismo manantial, una misma raiz: el amor de Dios.

Martedì, 12 Dicembre 2017   
Matteo 18,12-14 Si rallegrerà per quella più che per le novantanove
Un tempo pensavo che i piccoli fossero gli altri, qualcun altro. Poi mi sono accorto che il piccolo, che il Padre non vuole che si perda, sono proprio io, piccolo granello di polvere nell’immensità del tempo e dello spazio. Piccolo sì, ma che ha in sé l’eternità. E allora ho cominciato a rallegrarmi come il mio Papà, il Dio della vita.
Sin duda pequeño pero con semilla de eternidad. Port eso empeze’ a gozar como mi Papy, el Dios de la vida

Mercoledì, 13 Dicembre 2017   
Matteo 11,28-30 Venite a me, voi tutti che siete affaticati e oppressi
Sono proprio stanco. Più di così non posso. E chi mi ascoltava si allontanava. Un giorno con la mia comunità ho letto questo brano e mi sono chiesto: ma di fronte alla stanchezza, a ogni tipo di stanchezza, la soluzione sarà il riposare, lo staccare la spina? Oppure l’avvicinarsi a chi ha avuto il coraggio di proporsi come il rimedio alla stanchezza? Tienes la valentia de presetate a aquel que tuvo la valentia de decirte que El es la respuesta a toda clase de cansancio?

Giovedì, 14 Dicembre 2017
Matteo, 11,11-15  Non ci fu uomo più grande di Giovanni Battista
Cosa mi vuole dire la tua parola quando parlando di Giovanni il Battista trovo il verbo al passato: “Non ci fu”?  Il nuovo sta per giungere. Il nuovo va più in là di ogni possibile sogno. Il nuovo genera l’uomo e la donna nuovi: il Figlio, la Figlia amati. Il nuovo sono io, il nuovo è ogni persona che incontro ogni giorno. Il nuovo ha la tua grandezza infinita.
Es hermoso soñar el nuevo, descubrir la riqueza y la grandeza de cada persona. Es hermoso descrubrir nuestra riqueza.  Que sea la fuete de nuestra alegria, Que sea la fuerza que nos hace decir si.

Venerdì, 15 Dicembre 2017   
Matteo 11,16-19 Ecco un mangione e un beone
Non basta il rifiuto e l’incomprensione di molti per fermare il regno di Dio. Non basta neppure la critica di chi è disposto a criticare gli inviati di Dio. Non basta la resistenza o l’indifferenza di chi è restio ad accogliere gli insegnamenti dei profeti. La presenza di Dio nel mondo è più forte del rifiuto e dell’incomprensione, della critica, della resistenza e dell’indifferenza.
Ni el rechazo ni la incomprension pueden detener el reino de Dios.