L’incontro è avvenuto a Londra a metà luglio.
È cominciato con una condivisione sull’Europa dalla quale è scaturita una piccola lettera mandata a tutte le comunità, dove si dice come i provinciali vedono le politiche sociali dei vari paesi.
Si è poi passati a una condivisione sulla vita delle province. Tutte cercando di gestire il presente, ma con uno sguardo rivolto al futuro. Per tutti la parola d’ordine è “riqualificazione”. La “provincia” più in difficoltà è la Polonia, con appena due comunità (Cracovia e Varsavia) e 6 membri in tutto.
Sono state passate in rassegna le varie attività che portiamo avanti a livello continentale: il settore della comunicazione, la formazione e pastorale giovanile vocazionale, l’accompagnamento ai laici, il settore di Giustizia e Pace, il GERT, il consiglio europeo della Missione.
È stata approvata la richiesta dell’assemblea dei media europei di avere a Londra, nella struttura di SouthWorld (il sito in inglese che vorrebbe raccogliere il meglio che pubblichiamo nelle diverse province), un’altra persona. Le spese di tale investimento saranno ripartite tra le province.
Si è parlato di Limone, constatando la difficoltà di formulare un progetto veramente significativo per il continente. Lo sarà solo se si riuscirà a farlo entrare nel giro della FP dell’Istituto.
Da ultimo, sono stati raccolti i punti che dovranno comporre la relazione continentale da portare all’Intercapitolare a settembre.

Loading...
Related Video