L’iniziativa dei cittadini europei è uno strumento di democrazia diretta messo a disposizione dai trattati europei. Può essere considerato l’equivalente della proposta di legge di iniziativa popolare nazionale. Con questa iniziativa denominata “Welcoming europe – per un’europa che accoglie” chiediamo alla Commissione Europea di modificare alcune normative europee in materia di immigrazione (per quella che è la competenza dell’Unione, dato che l’immigrazione è un ambito di competenza quasi esclusivamente dei singoli Stati Membri). I 3 punti principali che chiediamo sono:

1) decriminalizzare la solidarietà: al giorno d’oggi in numerosi stati europei si può ricevere una multa o essere imprigionati se si offre del cibo o si ospita in casa una persona in stato di bisogno che sia priva di documenti per il soggiorno
2) favorire i corridoi umanitari, cioè l’ingresso di richiedenti attraverso vie sicure con risorse finanziarie e organizzative messe a disposizione dai privati cittadini (singoli o associazioni)
3) garantire tutela legale alle persone irregolari che sono vittime di abusi (ad esempio coloro che finiscono sfruttati nei campi del Meridione)
Se raggiungiamo 1 milione di firme tra internet e cartaceo in almeno 7 paesi dell’UE, la Commissione sarà obbligata a discutere questa proposta di legge ed entro 3 mesi dal deposito invierà una comunicazione motivata su ciò che avrà deciso.

Loading...
Related Video